La lunga vita di Daihatsu Terios

 La storia di Daihatsu Terios inizia nel 1997, anno di uscita del primo modello sul mercato internazionale, mentre il suo esordio sul mercato italiano è datato 1998. Daihatsu Terios ha anticipato i tempi e fin da subito è diventata protagonista di una vera e propria rivoluzione nel segmento 4×4.

Terios infatti è il primo SUV compatto a viaggiare sulle strade italiane. Era già in commercio quando le altre Case ancora non avevano preso in considerazione questo segmento.

Breve storia di Daihatsu Terios

Daihatsu Terios è stata prodotta in tre versioni differenti. La prima, dal 1998 al 2005, era stata commercializzata con carrozzeria station wagon 5 porte in tre versioni differenti, la SX, la CX e la DB. La seconda serie, commercializzata dal 2006 al 2017 era disponibile in due versioni con trazione integrale o posteriore. Montava oltre al precedente motore anche un nuovo propulsore da 1.500 di cilindrata con 105 cavalli di potenza.

La terza versione, del 2017 commercializzata solo nei mercato asiatici, ha abbandonato la trazione integrale per passare a un pianale di base a monoscocca con trazione posteriore.

In Italia oggi Terios è tra i modelli Daihatsu più presenti e più cercati, ovviamente nelle versioni usate, per le sue dimensioni compatte, pari a quelle di un’utilitaria ma con le prestazioni a tutti gli effetti di un SUV.  Daiathsu Terios è una macchina dai tanti vantaggi perché da una parte è ideale per chi vuole avventurarsi fuori strada, dall’altra è perfetta per l’utilizzo in città.

Allungare la vita a Daihatsu Terios. Quali accorgimenti seguire

Lunga vita a Daihatsu Terios. Un augurio che diventa anche possibilità grazie a una serie di accorgimenti che i proprietari del compatto SUV Daihatsu possono mettere in atto.

Punto di partenza la manutenzione che deve rispettare le norme e i tempi definiti dalla Casa Madre. Si consiglia l’utilizzo dei ricambi originali che assicurano il mantenimento della qualità originale.

Altrettanto importante è affidarsi a un servizio di assistenza che conoscono perfettamente il prodotto, perché la conoscenza e l’esperienza diventano garanzia di qualità nel servizio.

Comprare una Daihatsu Terios usata. Qualche consiglio

Il mercato dell’usato mostra segni di ripresa più rapida rispetto alle nuove immatricolazioni. E Terios resta tra i modelli preferiti tra gli appassionati Daihatsu.

Comprare auto usate può essere un buon investimento soprattutto se l’auto acquistata garantisce ancora ottime performance. Prima di procedere è meglio però verificare alcuni parametri.

Si parte dai tagliandi e dalla manutenzione consigliata. È necessario assicurarsi che la Terios sia stata sempre mantenuta con tagliandi regolari, secondo quanto previsto da Daihatsu. È importante anche il controllo della carrozzeria, dove vanno esaminati l’eventuale presenza di ruggine o i danni provocati dall’umidità. Si consiglia inoltre di controllare la corretta chiusura delle portiere e di verificare la presenza di imperfezioni sulla vernice. Sul fronte meccanico è necessario controllare: l’olio, il liquido dei freni, il refrigerante, il motore e verificare che non ci siano danni alla cinghia di trasmissione.

 

Fuoritutto estate 2020
PREVIOUS POST
La lunga vita di Daihatsu Terios
NEXT POST